I principali errori da evitare quando si arreda casa

Qual è l’altezza migliore per i rivestimenti del bagno
11 Luglio, 2022
Colle e stucchi da pavimento: l’importanza di scegliere quelle giuste
2 Settembre, 2022

Arredare casa può essere un momento piacevole, che stimola fantasia e creatività.
Scegliere l’arredo giusto però non è semplice come sembra.

Ogni abitazione infatti ha le sue caratteristiche e ciascuno di noi ha i suoi gusti personali in fatto di arredamento, perciò può capitare di incorrere in diversi errori, abbastanza comuni per chi non ha la giusta formazione ed esperienza, che sarebbero da evitare in qualsiasi caso.

QUALI SONO GLI ERRORI PIÙ COMUNI QUANDO SI ARREDA CASA?

1) ARREDO FATTO VELOCEMENTE
Uno degli errori più diffusi è proprio quello di voler avere tutto e subito, per avere già la casa “pronta”.

Niente di più sbagliato: un buon arredamento si crea col tempo, tramite scelte consapevoli, perché solo quando si vive effettivamente in casa si capiscono davvero le reali esigenze e cosa può servire o meno.

Meglio partire dagli arredi fondamentali, che non possono mancare quando si entra in casa – come il letto, il bagno, la cucina – e completare pian piano il resto dell’arredo.

2) PROPORZIONI ERRATE
Le proporzioni e le dimensioni di oggetti e mobilio sono molto importanti: estetica e funzionalità dipendono da questi elementi in modo molto importante.

Bisogna stare attenti a controllare le misure dell’arredamento scelto in base allo spazio disponibile; infatti un arredo può diventare troppo grande o troppo piccolo, in relazione alla posizione in cui si trova e a ciò che ha intorno.

Per esempio, un quadro di piccole dimensioni posizionato in una parete troppo grande, può diventare veramente antiestetico: in caso di parete grande, sarebbe una buona idea quella di un collage di quadri più piccoli accostati l’uno all’altro.

Oppure, un tavolino da salotto posizionato al centro della stanza più alto del divano rovinerebbe l’armonia della stanza e troppa distanza tra divano e una poltrona non favorirebbe la conversazione. Al contrario, non lasciare abbastanza spazio tra questi due elementi, inserendoli perché semplicemente “ci stanno” soffocherebbe la percezione degli spazi o rendere difficili i passaggi.

3) ESAGERARE CON I COLORI
Non è facile scegliere gli accostamenti cromatici di mobili, pareti ed elementi decorativi, per far sì che siano delicati e allo stesso tempo che diano un tocco di colore alla casa, senza eccedere.

Per questo, è meglio definire una precisa palette di colori, con un colore principale neutro e due toni secondari, presenti in misura minore rispetto al primo.

Questo perché un errore comune è quello di basare l’arredamento su un un’unica tinta (magari del proprio colore preferito), ed utilizzarla per più stanze e oggetti, oppure quello di accostare tinte molto accese o discordanti tra di loro, creando così un effetto “arcobaleno”.
Il risultato sarebbe un ambiente disarmonico, soprattutto se ogni stanza ha un colore diverso, senza un progetto cromatico di fondo che leghi l’insieme.

4) TANTI STILI DIVERSI INSIEME

Per quanto ogni ambiente abbia una precisa funzione, bisognerebbe ragionare con una visione d’insieme della casa, in modo da creare un’armonia coerente.

Il consiglio di base per chi non ha esperienza di design quindi è quello di scegliere uno stile preciso a cui attenersi, acquistando mobili della stessa linea e collezione, in maniera più o meno rigorosa, visto che gli abbinamenti sono stati decisi precedentemente da designers e architetti.

Naturalmente mescolare stili diversi è un’opzione che può funzionare sulla carta e che anzi può dare risultati di grande impatto estetico. Esistono case interamente arredate in stile eclettico, dove cioè è proprio il mix tra gli stili la caratterizzazione predominante.

E’ una via però molto rischiosa per i non professionisti: un conto è provare a inserire qualche elemento di uno stile contrastante con quello predominante che si è scelto per la propria casa, un altro avventurarsi in altri tipi di mix che – senza una consulenza – rischiano di generare un’impressione di caos e sciatteria, finendo per non valorizzare nessuno degli elementi presenti.


5) SBAGLIARE LA COLLOCAZIONE DEI PUNTI LUCE


L’illuminazione è uno degli elementi maggiormente sottovalutati quando si arreda casa.
Riveste in realtà un ruolo importante, perché fa risaltare o meno l’arredamento, conferisci la giusta atmosfera agli ambienti e può far apparire i locali più grandi o più piccoli a seconda delle esigenze.

Per non sbagliare, bisogna accertarsi che le fonti di luce illuminino i punti di passaggio principale tra un locale e l’altro, e sistemare faretti e punti luce in direzione di essi.

Il lampadario invece non ha il compito di illuminare aree localizzate, ma di fare luce nella parte centrale di una stanza, quindi andrà posto al centro del soffitto.

Un’unica fonte di luce centrale potrebbe tuttavia  non essere sufficiente, quindi, a seconda del locale, è bene dotare l’ambiente anche di lampade a terra, applique a parete e lampade da tavolo. Perciò, per creare diversi tipi di atmosfera e movimentare gli spazi, giocate con i punti luce e le ombre!

6) IL TROPPO STROPPIA!
Inserire troppi elementi e oggetti, soprattutto in una casa di piccole dimensioni – quando non si ha abbastanza spazio – è da evitare.

Un ambiente sovraccarico trasmette una sensazione di soffocamento e caos, per questo il consiglio è quello di effettuare un accurato decluttering ed eliminare tutto ciò che non è necessario.

Anche in questo caso la scelta di affidarsi – almeno in parte – a professionisti che si occupano di arredo e design può davvero fare la differenza sul risultato finale.

Per quanto pensiamo di poter fare tutto da soli, spesso non ci rendiamo conto che l’occhio di un professionista può consentirci di evitare errori che comprometterebbero lo stile generale della nostra casa, soprattutto riguardo gli aspetti più tecnici come ad esempio il layout generale e l’illuminazione. Oppure, un designer professionista può suggerire soluzioni a cui non avevamo pensato, permettendoci di esaudire in pieno i nostri desideri. In base al gusto e al budget di ognuno.

Sia che facciate da soli, sia che scegliate di farvi aiutare, il consiglio è quello di scegliere sempre la qualità per la vostra casa per ottenere un ambiente che vi rispecchi in pieno, che non sia scontato o impersonale e in cui estetica e tendenze di settore si fondano al meglio con praticità e gusto soggettivo.

Per ogni esigenza, non esitate a contattarci!