Pareti in verde stabilizzato, cosa sono?

Carta da parati: tutte le tendenze 2022
15 Marzo, 2022
Quale materiale scegliere per il pavimento del proprio balcone?
15 Aprile, 2022

Indicate per allestimenti, eventi, decorazioni d’interni, per abitazioni private o per aziende, le pareti in verde stabilizzato conferiscono un tocco di freschezza alle stanze grazie alla loro  innovativa eleganza e inoltre sono particolarmente adatte ad assorbire i rumori ambientali.

Si tratta di pannelli componibili realizzati in Muschio Piano e Polemoss per pareti verticali, che possono venire anche decorati con rami e foglie stabilizzate. 

In altre parole, questo trend che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni, è basato su di un insieme di prodotti naturali sottoposti ad un processo di stabilizzazione e conservazione: tramite queste tecniche le piante mantengono la loro bellezza e freschezza nel corso del tempo, senza alcun bisogno di ricevere acqua o luce solare. Un po’ come se la natura si fermasse per conservare nel tempo tutta la sua originale bellezza. 

Questa tecnica innovativa è interamente ecologica: oltre a liberare completamente le piante da eventuali insetti nocivi e parassiti, queste ultime vengono portate all’interno della camera di stabilizzazione, dove la linfa evapora completamente. 

Grazie a tale processo i vegetali conservano la loro flessibilità e freschezza naturale senza alcuna manutenzione e possono durare per un periodo compreso fra i 7 e i 10 anni. E non hanno, così, bisogno di irrigazione, di luce o temperature particolari. 

Perché scegliere le pareti in verde stabilizzato?

Da un punto di vista estetico, l’effetto del verde stabilizzato è davvero notevole e per questo particolarmente adatto anche per locali e attività che devono avere un design piacevole ed accattivante.

Con questa tecnica è possibile creare le più diverse composizioni assemblando fogliami, muschi e licheni. Trattandosi di lavorazioni del tutto artigianali, è ampia la possibilità di personalizzazione.

Ma il vantaggio non è solo estetico. L’inserimento di elementi naturali in qualsivoglia ambiente apporta concreti benefici alla salute delle persone che lo abitano ed influisce sulla qualità del lavoro: quello che verrà realizzato in questo modo, infatti, sarà un ambiente piacevole e di forte impatto visivo. Uno stile capace di fare entrare in contatto con la natura pur restando all’interno delle mura. 

Inoltre, il verde stabilizzato, al contrario della plastica e come conseguenza dei trattamenti che lo riguardano, non ha carica attrattiva. Nonostante ciò, se e quando necessario, è consigliato pulire i propri arredi in verde stabilizzato con un piumino. 

Ultimo, ma non per importanza, il verde stabilizzato è naturale al 100% e lascia un’impronta di CO2 molto bassa, specialmente rispetto al verde vivo. Un ulteriore vantaggio per sé stessi e per l’ambiente.