Cambia il tuo bagno trasformando la vasca in doccia

Quando la tecnologia arriva in bagno: multfunzionalità e caratteristiche smart
2 Dicembre, 2022
Viva Magenta: il colore Pantone dell’anno
22 Dicembre, 2022

La vasca da bagno ha sicuramente un fascino senza tempo.
Ma se una volta era praticamente una presenza obbligata in tutti i bagni, oggi sempre più persone tendono invece a preferire la doccia.

Questo cambio di tendenza è dovuto a diverse esigenze legate alla funzionalità, all’estetica, ma anche al risparmio di tempo e al minor consumo d’acqua.

Infatti, come abbiamo già visto in questo articolo, quello tra vasca e doccia è un dubbio che può sorgere quando si deve fare il bagno di casa.

Ma se si dispone già di una vasca e la si vuole trasformare in doccia, in poco tempo e senza grosse complicazioni, come si fa?

Come procedere alla sostituzione della vasca

Per prima cosa è fondamentale far effettuare un sopralluogo da una ditta specializzata, per studiare l’impianto idraulico e gli altri sistemi presenti nel bagno.

A seconda del tipo di box doccia che si desidera inserire, infatti, potrebbero essere necessari interventi e modifiche degli impianti, ad esempio la posizione e l’altezza dello scarico potrebbero essere da riadattare o potrebbe servire l’installazione di nuove tubature dell’acqua.

L’ideale sarebbe acquistare un piatto doccia della stessa misura della vasca.

Fatte le dovute valutazioni, si passa poi alla rimozione della vasca: se quest’ultima è pannellata, sarà un’operazione piuttosto semplice, in caso contrario bisognerà prima demolire le opere murarie, staccando le piastrelle lungo il bordo della vasca.
Staccata la vasca, si procederà alla pulizia e alla raccolta dei detriti, con successivo smaltimento delle macerie in discarica.

Dopodiché si andranno a verificare le quote dell’impianto e a sostituire i rispettivi scarichi, e infine si procederà alla copertura delle pareti e al posizionamento del nuovo piatto doccia.

C’è da dire che, dalla sostituzione del box vasca con quello doccia, si potrebbe creare un antiestetico spazio “vuoto” sul pavimento. In questo caso si può scegliere di recuperare le piastrelle avanzate dal primo lavoro di montaggio (anche se non è sempre possibile) oppure si può cambiare il rivestimento di tutta la parete, così da rinnovare anche lo stile del bagno. Esistono tuttavia anche soluzioni alternative, ad esempio usare un mosaico sulle parti scoperte, che aggiunge un tocco di design ed è sicuramente più economico della sostituzione dell’intera parete.

L’ultima operazione da compiere è infine il montaggio della rubinetteria e di tutti gli accessori scelti per la nuova doccia.

Costi e tempistiche

Ovviamente i costi dipendono anche dalla qualità dei materiali e dal tipo di doccia che si sceglie.

In linea di massima, tra rimozione della vasca, montaggio della doccia e tutti gli elementi di cui si ha bisogno, la spesa partirà da un minimo di €1500 euro fino a €5000, che possono salire in caso di scelta di prodotti di qualità superiore o con funzioni particolari.

E i tempi? Escluse particolari problematiche impiantistiche o altri interventi di ristrutturazione, ai tecnici occorreranno più o meno due o tre giorni di lavoro per la sostituzione della vasca.

In ogni caso, quella di passare dalla vasca da bagno alla doccia può essere una scelta strategica.

Permette infatti non solo di ridurre gli sprechi di acqua, con le positive conseguenze economiche e ambientali, ma consente di risparmiare spazio (che potrà essere dedicato ad esempio ad altri arredi o lavatrice e asciugatrice) e infine offre una maggiore sicurezza per le persone anziane o affette da una ridotta mobilità.

Vuoi sostituire la tua vasca con una doccia? Non esitare a contattarci!