Le fasi di una ristrutturazione di un bagno

Le fasi della posa di pavimenti piastrellati
Aprile 4, 2019
Come risparmiare acqua in casa: il consumo quotidiano che fa bene al pianeta.
Maggio 2, 2019

Quando il tempo ha lasciato segni indelebili sul tuo bagno, c’è solo una cosa da fare: ristrutturarlo.

Ma quali sono le fasi e le tempistiche di realizzazione?

  • Rimozione del vecchio pavimento, delle vecchie piastrelle, del massetto, dei sanitari;
  • Viene portato il materiale di risulta in discarica;
  • Viene installato il nuovo impianto idraulico;
  • Viene rifatto il massetto;
  • Posa di pavimenti, rivestimenti e sanitari;
  • Verniciatura
  • Installazione arredo.

Come potete ben capire, la possibilità di una ristrutturazione di un bagno “in 3 giorni” o “in 5 giorni”, risulta quasi impossibile quando si vuole fare un buon lavoro e sopratutto duraturo, in quanto le tempistiche di posa, asciugatura, finitura e installazione, anche in termine di “tempi di attesa” incidono notevolmente appunto nella buona riuscita del bagno.

Cosa cambiare quando si ristruttura il bagno?

Si possono fare interventi più o meno “importanti”. Per esempio, anche solo cambiando il colore della piastrelle, posando magari una resina, possiamo rivoluzionare lo stile del bagno.

La sostituzione di pavimenti e rivestimenti è si più invasiva ma permette anche di cambiare forma e dimensione delle piastrelle, magari utilizzando le piastrelle di grandi dimensioni che tanto vanno in questo periodo.

Per il pavimenti, oltre alla resina, da qualche tempo si utilizza anche il microcemento, che può essere sovrapposto alla pavimentazione esistente.

Se invece si vuole cambiare pavimentazione, in questo articolo ti diciamo cosa converrebbe utilizzare.

Se sei indeciso tra sanitari sospesi o normali, ti consigliamo di leggere in maniera più approfondita vantaggi e svantaggi degli stessi.

L’importanza delle luci la conosciamo tutti, se poi possiamo, scegliamo anche una illuminazione che porti comfort ma allo stesso tempo risparmio energetico ed economico.

L’importanza della dimensione del bagno: se hai un bagno piccolo, tutti gli spazi bisogna che siano sfruttati: i sanitari devono essere compatti, vaso e bidè andrebbero affiancati. Il lavabo deve essere minimal e può essere da incasso, d’appoggio, sospesi, integrati, ovali, tondi, quadrati e di forme più stravaganti o addirittura ad angolo! Se ne vuoi sapere di più, tra qli altri innumerevoli articoli del nostro blog abbiamo approfondito su come arredare bagni di piccole dimensioni.

Insomma, anche se il bagno è un “piccolo spazio” all’interno di una casa, spesso e volentieri l’utilizzo costante quotidiano porta al dovere compiere una ristrutturazione.

Noi di Vip Casa ti proponiamo un progetto prima dell’inizio del lavoro per farti capire esattamente come sarà il tuo bagno finito. Con un risultato di altissima qualità, grazie ai nostri professionisti che da anni operano in questo settore.

Vuoi ristrutturare il bagno? Vieni a trovarci!
Contattaci allo 051 831816 oppure scrivici a info@vipcasa.it
Siamo in via Provinciale Est 12/A, Bazzano, Valsamoggia, Bologna.